lunedì 6 aprile 2015

La Regina della Casa: la mia cucina Ikea Nodsta!

Ed eccoci.. con immensissimo orgoglio e trafelatissimo ritardo vi mostro la NOSTRA cucina Ikea Nodsta. Finita, ancora da “rifinire” ancora mezza vuota, ancora da vivere. Ma eccola qui… con tutto il suo entusiasmo, conscia di essere il mio ammmmore. Infatti il resto della casa non è certo paragonabile ad essa e allo spazio che le è stato lasciato e dedicato. Lei è la Regina della Casa.


Ed è giusto che i sogni si realizzino, almeno ogni tanto. E’ giusto che una Alice ogni tanto si trovi nel suo paese delle meraviglie. Soprattutto quando il paese delle meraviglie era così “semplice” ed a portata di mano: una cucina GRANDE, bella, moderna, funzionale… Non è che volevo la luna eh…. ^^ :P che caspita!!!

Un ringraziamento particolare a: mio marito Alessio che un giorno di inizio agosto mi ha mandato una foto della parete della terza camera buttata giù e una scritta: “perché non la lasciamo così? E’ così bella la casa in questo modo….” ed io in 5 min ho progettato la mia nuova immensa cucina con l’isola o penisola che dir si voglia. E addio alla terza camera.
Un grazie all’ikea.. perché senza i vostri prezzi popolari sul design comunque bello moderno, funzionale e elegante non sarei riuscita a realizzare i miei sogni per mancanza di fondi e mi sarei dovuta accontentare.



Un grazie al servizio di arredo cucine ikea firenze e pisa perché siete unici.. e mi avete fatto mettere i due pensilini aperti colorati giallo e nero che sono FAVOLOSI.. I LOVE YOU.. tutti in blocco! (anche se non mi leggerete mai vi lovvo lo stesso).
Un grazie ai montatori ikea, che non sono quelli della pubblicità (peccato, ci speravo!) ma tra un impropero in russo, rumeno, serbo croato e l’altro hanno montato l’intera cucina in meno di 8 ore (in 4 persone per metà tempo). Siete favolosi da guardare lavorare…
Un grazie all’idea del piano di lavoro in pietra vera, perché i piani di lavoro ikea proprio non mi piacevano.

Un grazie all’uomo mediaworld che un giorno mi ha fatto cambiare idea e sono passata dal classico frigorifero americano a due ante.. al FAVOLOSO 4 ante. Dentro ci sta un vassoio largo fino a 80 cm.. 80cm gente! Le dimensioni contano!


Grazie ai miei colleghi che mi hanno supportata e sopportata e soprattutto ad Angela che mi ha seguita passo passo nella genesi di questa cucina, con tutta la pazienza di cui ha bisogno una persona che sta vicino alla mia scleraggine (=tendente ad infinito).
Quindi i dettagli: Cucina Ikea metod con ante NODSTA, perché è l’unica anta ikea senza maniglie. Due elementi angolari, lavello doppio da 80cm, piano ad induzione su mobile da 80cm. Tutti gli elettrodomestici compresa la cappa ma escluso il frigorifero sono ikea.

Il Frigorifero è Sharp, scelto dopo attente valutazioni tecniche comparate, per due fondamentali elementi di pregio: ci si attaccano le calamite, ha la striscia nera che richiama quella degli altri elettrodomestici e il mood della casa. Si, di lavoro faccio l’ingegnere, lo sapevate?

Qualche foto di genesi di una cucina:

1: Agosto 2014  - 2: Ottobre 2014 - 3: Novembre 2014 - 4: Dicembre 2014

5: Inizio Febbraio 2015 - 6: metà Febbraio 2015 - 7: fine febbraio 2015 - 8: metà marzo 2015

E quindi.. ai posteri l’ardua sentenza…  che ne pensate? Non tutti insieme per favore? Uno per volta…. 
post signature

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...